Freud è nudo


Il Teatro è Sogno. E i Sogni non sono desideri. Sono dolorosi Segnali di vite non volute. Di violenze subite. Di rincorse al nulla. L’interpretazione dei Sogni  con la regia di  Federico Tiezzi, elaborata e curata da Stefano Massini per il Piccolo Teatro di Milano dell’opera  principale di Sigmund  Freud,  è il sogno, è il dolore, è la follia, è l’umanità, è la vita. Sulla scena c’è un dottor Freud pieno di dubbi, incerto nel cammino verso un metodo per interpretare la materia leggera e pesantissima delle produzioni oniriche; fragile e forte con i pazienti che sono specchi di ansie, paure, aggressioni, verità;  profondo e ossessivo nella  decodifica della lingua incisiva, sfumata e priva di contorni dei sogni.  Il padre della psicanalisi racconta i casi, casi che irrompono sul palcoscenico, da soli o in coppia. Sono vaghi o potenti come un incubo, belli e insostenibili alcuni, poetici e spaventosi altri. Parlano, vagano, piangono, gridano e si lamentano in una scenografia, minima e puntuale con tante porte allineate che si aprono e si chiudono su baratri esistenziali.

La pazzia dei pazienti è la pazzia di Freud, la nudità dei casi è la nudità di Sigmund davanti all’ immensità della sofferenza, davanti  al padre Jacob, commerciante di stoffe ottuso e giudicante. L’inconscio è un luogo, come suggerisce il sipario trasparente,  misurabile attraverso le leggi geometriche della prospettiva che poi deflette o si incista in un uomo piegato su se stesso.  L’interpretazione dei Sogni  è uno spettacolo teatrale bello, complesso,  importante che ha bisogno di attenzione e intenzione,  che non finisce dopo le tre ore in cui si svolge, lo si porta a casa, lo si elabora, lo si sogna e lo si interpreta. Perché il sogno è il teatro di se stessi,  la messinscena della nostra verità più inconfessabile.  Bravissimo Fabrizio Gifuni  che veste i panni di Freud, bravissimi gli attori che interpretano i casi umani.

FREUD O L’INTERPRETAZIONE DEI SOGNI
Fino al 11 marzo 2018

Piccolo Teatro Strehler, Milano

http://www.piccoloteatro.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...