La magia del sale


Immaginate di trovarvi in un luogo in cui regna il silenzio. Un odore salmastro impregna l’aria. Intorno a voi, un paesaggio bianco. Non è neve. È sale. Montagne di sale tra sfumature di arancio, rosa, viola e blu. Questi sono i colori delle vasche saline, abitate dalla fauna più variegata. Vi trovate alle saline Conti Vecchi nella zona industriale di Macchiareddu, a 10 minuti dal centro di Cagliari. Aperto al pubblico da maggio 2017 come bene FAI, il sito in soli quattro mesi conta già 3.000 visitatori. Ciò che il visitatore si trova davanti è uno spettacolo irripetibile, una fusione tra paesaggio naturale e industriale.

Alla fine degli anni ’20, grazie all’ingegnere Luigi Conti Vecchi, la laguna di S. Gilla viene bonificata per creare un complesso industriale seguendo il modello delle fabbriche ottocentesche, con annesso un villaggio in cui gli operai potevano vivere usufruendo di servizi come una piccola drogheria, un’infermeria e una scuola. Il percorso museale proposto fa rivivere al visitatore l’antica storia delle saline tramite la ristrutturazione degli edifici preesistenti quali l’officina meccanica, il laboratorio chimico, gli archivi e la ex falegnameria. In quest’ultima viene proposta una videoproiezione di un suggestivo filmato sulla vita della flora e della fauna presenti nel luogo. L’esposizione è anche interattiva: il visitatore può immergere le proprie mani in una grande vasca piena di sale, e comprenderne la consistenza granulosa. Tuttavia l’attrazione più grande è la visita guidata a bordo di un trenino che costeggia le vasche saline. Accompagnati da una guida esperta, si ha la possibilità di scoprire tante curiosità sul luogo e sul ciclo di lavorazione del sale. Voi sapete perché i fenicotteri sono rosa? La guida spiega che i fenicotteri si nutrono di piccoli organismi che con il loro colore rendono rossi alcuni specchi d’acqua e sono anche la causa della colorazione dei volatili stessi. Dopo l’escursione si può visitare un piccolo shop in cui è possibile acquistare, tra i tanti prodotti, anche il sale aromatizzato prodotto in loco.

http://www.fondoambiente.it

 

Carla Mascia, Veronica Sau

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...